L’IMPORTANZA DI ESSERE IN PRIMA PAGINA SU GOOGLE

Primi su Google: perchè è importante?

Primi su Google: perchè è importante?

Negli ultimi tempi, chiunque si affacci al mondo del web si ritrova catapultato in una serie di concetti nuovi, facenti parte di una strategia più ampia, atta a lanciare un qualsivoglia business nel mercato attuale, quello digitale. Uno dei concetti più difficili, ma anche uno dei più importanti, in cui ci si imbatte quando si decide di lanciare il proprio business sul web è il posizionamento sui motori di ricerca, in particolare su Google: stiamo parlando di una serie di azioni strategiche che permettono al nostro sito web di comparire – appunto – tra i primi su Google. Ma cos’è nello specifico? E perchè è così importante?

Posizionamento sui motori di ricerca: cos’è?

Il posizionamento sui motori di ricerca ha come obiettivo quello di posizionare un sito web tra le prime posizioni sui motori di ricerca. Non solo Google quindi: anche bing, yahoo, etc! Anche se, da ora in avanti, parleremo solo di Google che detiene il monopolio assoluto come motore di ricerca, per percentuale di utilizzo (circa l’88%).

Per migliorare il posizionamento su Google, è necessario un insieme di pratiche racchiuse nell’acronimo SEO (search engine optimization): attenzione, stiamo parlando di posizionamento organico, cioè non suffragato dal pagamento per l’acquisto di banner, spazi pubblicitari, ads, etc (in tal caso si parlerebbe di SEM).
Le attività previste dalla SEO sono diverse e per descriverle – purtroppo – non c’è altro modo che usare dei termini tecnici, incomprensibili per chi è al di fuori del settore: crawling, indexing, analisi dei fattori di ranking, etc, competenze che spettano al SEO Specialist, che altro non è che la figura preposta al posizionamento sui motori di ricerca.

Come si arriva primi su Google?

Sebbene non sia nostra intenzione scendere in tecnicismi o in dettagli, cercheremo in questa fase di fornire alcune informazioni su alcuni fattori che contribuiscono a migliorare il posizionamento. Il primo tra tutti è il sito web. Facile, direte voi! Ebbene no, non è così scontato: in giro si vedono tanti siti fatti male, poco usabili e sicuramente non posizionati.

Un sito web fatto bene deve fornire un’esperienza di navigazione perfetta all’utente, in termini di velocità, di navigabilità e di adattamento al dispositivo in uso (pc, smartphone, tablet, etc).

Insieme a tutto ciò, di vitale importanza è anche la qualità dei contenuti; bisogna tenere conto di due fattori diversi: da un lato le regole SEO per forma, contenuto e stile e dall’altro anche l’intento di ricerca dell’utente. Quindi, quando andiamo a scrivere i contenuti, dobbiamo tenere a mente che il testo deve servire anche e soprattutto all’utente e che il motore di ricerca terrà conto di questo. Ecco perchè è essenziale andare ad utilizzare parole chiavi efficaci che identifichino correttamente il contenuto che poi si andrà a produrre.

Oltre a questi due aspetti importantissimi, un altro dei fattori da tenere in considerazione riguarda i link interni ed esterni. Bisogna fare molta attenzione a questo tipo di attività, per due motivi: sia i link interni che quelli esterni devono essere contestualizzati, naturali e non forzati, altrimenti mister Google potrebbe penalizzare il vostro sito, portandovi in posizioni irrilevanti o rimuovendovi dalla SERP. In tal caso, poi sarà veramente difficile raggiungere risultati accettabili.

Questi sono solo tre degli oltre 200 fattori di ranking su Google, ma già così è facile intuire perchè il posizionamento non è un’attività che si presta al fai da te ma che richiede l’intervento – quantomeno – di un SEO Specialist, meglio ancora di una Web Agency con “n” professionisti in grado di seguire in maniera efficace tutti gli aspetti della stessa.

Primi su Google: perchè è importante?

Spesso, quando ci troviamo a fare gli incontri preliminari con i clienti, ci viene chiesto come mai è così importante risultare tra i primi risultati sui motori di ricerca. Ebbene, non è una metrica “vanity”, o quanto meno non solo, perchè in parte rientra anche questo aspetto. Ci sono diversi aspetti da tenere in considerazione che giustificano un investimento importante per essere – almeno – in prima pagina, meglio se primi!

La prima considerazione da fare riguarda il traffico: essere primi su Google garantisce una percentuale di traffico organica (non derivante dal pagamento di pubblicità) e quindi permette maggiori opportunità di vendere il vostro prodotto o servizio. D’altronde la scelta di lanciarsi sul web è finalizzata all’aumento del fatturato e la SEO contribuisce in maniera considerevole al raggiungimento dell’obiettivo.
Per comprendere questo meccanismo del maggiore traffico, basta pensare alle ricerche che effettuiamo ogni giorno: quali siti della SERP andiamo ad aprire? Sicuramente i primi che ci escono, dopo aver cliccato su cerca, raramente arriviamo alla seconda pagina solamente se i contenuti già letti non soddisfano la nostra ricerca. Risulta, quindi, molto chiaro come il traffico organico è riservato solo ai primi risultati e quindi è chiaro anche perchè è importante essere in una posizione rilevante.

La seconda considerazione si ricollega al concetto del “vanity” menzionato poc’anzi: intendiamoci, sarebbe riduttivo considerarlo come motivo di vanto; il concetto riguarda la branca più ampia dell’autorevolezza del brand. Un’azienda, un brand o un prodotto viene considerato maggiormente autorevole se viene fuori tra i primi su Google. Per esempio, se scriviamo sulla barra di ricerca “abbigliamento bambini”, big G. ci restituirà come risultati Kiabi, H&M, etc e non il negozietto dietro l’angolo. In automatico, Kiabi e H&M acquisiranno maggiore autorevolezza e aumenteranno vendite e guadagni, avendo così poi maggior budget da investire per la crescita dell’azienda stessa, come in una catena virtuosa autorigenerante.

Oltre tutto, il budget di investimento iniziale per la pubblicità, utilizzato quando la SEO ancora non ha dato risultati, potrà essere reinvestito in maniera differente quando non sarà più necessario ricorrere  al pagamento di annunci per produrre traffico e quindi conversioni.

Conclusioni

E’ vero: il posizionamento sui motori di ricerca ha un costo, anche importante inizialmente, ma è un investimento che viene totalmente ripagato grazie ai risultati che garantisce essere primi su Google. Anche perchè, come non si stanca mai di dire il boss della Parrotto Web Solution, possiamo avere il miglior sito del mondo (in termini grafici) ma se non lo vede nessuno, non serve assolutamente a nulla: è come avere una Ferrari ma senza benzina.

Se sei interessato a questo tipo di strategia, contattaci.

 

Parrotto Web Solution – Web Agency Lecce