Instagram si fa in 3! News per il 2022

Instagram si fa in 3! News per il 2022

Dopo l’annuncio di Adam Mosseri del ritorno della feed con post in ordine cronologico, avvenuto nello scorso anno, il capo di Instagram ritratta la sua dichiarazione e condivide con noi l’annuncio di una novità per il 2022: entro qualche settimana, la bacheca si presenterà con la possibilità di scegliere tra tre feed diverse, in modo che ogni singolo utente possa decidere cosa vedere e non essere vincolato solo dall’algoritmo e dalle sue scelte.

Addio al vecchio Feed Unico

Attualmente disponibile solo per pochi tester, l’aggiornamento lanciato dal social di proprietà Meta prevede la possibilità di scegliere e quindi accedere ai contenuti degli utenti in maniera diversa. Una triplice esperienza per tutti gli utenti che si ritroveranno una schermata differenziata tra “Seguiti”, “preferiti” e “Home”.

Nel dettaglio, sulla base delle dichiarazioni del n° 1 del Social che non è più solo un contenitore di foto quadrate, ogni sezione avrà una modalità di accesso ai contenuti differente:

  • Feed “Following“: su questa schermata, i contenuti verranno visualizzati seguendo un ordine cronologico e conterrà solo quelli di account seguiti;
  • Feed “Favorites“: qui verranno visualizzati solo i contenuti degli account di cui non si vuole perdere nessuna pubblicazione e che ogni utente sceglierà;
  • Feed “Home“: corrisponde all’attuale feed, quindi regolato dall’algoritmo sulla base di una serie di variabili impostate sulle preferenze di ogni singolo utente ma con una piccola variazione. La feed Home infatto conterrà contenuti nuovi, oltre a quelli dei “seguiti” e dei “preferiti”, un po’ come TikTok.

La disponibilità di questo nuovo aggiornamento è prevista entro qualche settimana, ad essere ottimisti – forse – solo un paio.

Cosa cambia per i brand e per i creator?

A nostro parere, questo cambiamento della Feed ha il fine  – almeno apparentemente  – di offrire maggiore visibilità anche a brand e creator meno celebri e conosciuti. In sintesi, probabilmente c’è stata una flessione verso il basso degli investimenti (ma anche della produzione dei contenuti) da parte di quei brand e di quei creator che hanno minore potenza di fuoco, perchè scoraggiati dalla “competizione con i big”. Per capirci meglio, è ormai chiaro a tutti come i social di proprietà meta lavorino: c’è un meccanismo ad asta per cui chi più spende, più è visibile. Una sorta di circolo vizioso dove i “Piccoli” finiscono per perdere sempre, inesorabilmente.

Questa novità incentiva un po’ la produzione di contenuti e l’investimento pubblicitario di quei brand e di quei creator che hanno budget più contenuti ma che hanno comunque qualcosa da dire e, soprattutto, una strategia marketing che prevede anche i social. Promettendo una fantomatica “maggior visibilità”, non più legata solo all’algoritmo e al meccanismo ad asta, molti brand torneranno attivi e saranno incoraggiati a non abbandonare Instagram in favore di altri social dove il funzionamento è un po’ diverso.

D’altronde, questa tendenza di “uguaglianza sociale” legata alle opportunità su Instagram era già emersa nel corso del 2021 quando ci fu il rilascio dell’aggiornamento “link nelle storie per tutti”. Prima, al contrario, non era possibile inserire link nelle storie a meno chè non si fossero già raggiunti i 10.000 followers. Un grande cambiamento, frutto – probabilmente – della riflessione di cui abbiamo parlato più su.

Altre news per il 2022

Non è solo questa novità a caratterizzare il 2022 di Instagram: altri cambiamenti sono previsti all’orizzonte! Ormai la volontà di spingere sui video è chiara a tutti, ma non basta: il mondo dei social si evolve molto velocemente e Adam Mosseri ha capito di dover ripensare constamente a cosa sia Instagram e a cosa è necessario cambiare per stare al passo con i tempi.

Ecco che compare la novità relativa alle stories, che – a quanto dichiarato – cambieranno la loro durata: attualmente, infatti, le Stories hanno una durata massima di 15 secondi che sarà allungata fino a  60. Ma anche i commenti ai Reel piuttosto che la sintesi vocale del testo per i video.

Oltre a questo, una novità ben più rilevante è quella del rilascio di un “parental control”. Questo è un aggiornamento fondamentale (che arriva un po’ in ritardo) che permetterà ai genitori di avere una visione più chiara dell’utilizzo che i propri figli fanno di questo social. Un passo importante per la lotta ai suicidi, alle challenge pericolose e ai molestatori/pedofili ma anche per preservare la salute psicologica dei più giovani.

 

Leggi anche:

Instagram Marketing: coerenza o tendenza?