Piano editoriale Social Media: la guida per la creazione vincente

Gestire un account di social media, o più, non è cosa da poco e proprio per questo noi di Parrotto Web Solution consigliamo sempre di avere un piano editoriale social media ancora prima di iniziare a pubblicare i post. Con esso, si possono pianificare i post in anticipo, in modo da mantenere un flusso apparentemente semplice di contenuti di alta qualità. Che si stiano pianificando 30 giorni o 365 giorni in anticipo, un piano editoriale social media è un ottimo modo per portare messaggi coerenti e contenuti di qualità alla propria audience social.

 

Che cos’è un piano editoriale social media?

Al suo livello più elementare, piano editoriale social media è un calendario di tutti i post sui social media. Creando e curando un calendario dei contenuti dei social media, si crea anche una fonte centrale di verità in cui si possono pianificare i post imminenti, tenere traccia di ciò che è stato pubblicato e coordinare gli sforzi con il team.

Questo tipo di calendario può essere particolarmente utile se si gestiscono più account di social media su Instagram, Facebook, LinkedIn, Twitter e altro. Un piano editoriale social media può aiutare a pubblicare con una voce unica, gestire più versioni di ciascun post e decidere cosa pubblicare su ciascun account.

 

Analisi delle social media platform utilizzate

Per migliorare la strategia sui social media, bisogna essere in grado di guardare indietro a ciò che si è fatto. Cosa ha funzionato? Cosa non è successo? Quali post hanno ottenuto il maggior coinvolgimento?

Bisogna scavare tra i singoli post di Instagram, Facebook, Twitter o LinkedIn.

 

In questo articolo, come si evince dal titolo, vediamo nel dettaglio degli accorgimenti da applicare per creare e gestire un piano editoriale social media efficace ed efficiente.

 

  1. Identifica i tuoi canali di social media

Potrebbe sembrare un primo passo ovvio, ma è uno dei passaggi più importanti da compiere e spesso viene trascurato. Prima di iniziare a concentrarsi sui singoli post sui social e sulle strategie specifiche del canale, occorre fare un passo indietro per rispondere alla domanda: su quali piattaforme di social media dovremmo essere presenti?

Esiste una piattaforma meno rilevante per il pubblico? Al contrario, c’è una piattaforma popolare tra i tuoi dati demografici che non si è ancora iniziata a gestire? Ci sono account di social media dimenticati nel tempo?

Sapere dove si trova il pubblico target può aiutare a restringere le piattaforme da utilizzare, che è il primo passo verso la creazione di strategie di contenuto specifiche per la piattaforma e creare veramente contenuti che brillano per il pubblico di riferimento.

 

  1. Effettuare una verifica delle piattaforme social

Uno dei vantaggi della creazione di un piano editoriale social media è la segnalazione dei progressi, quindi è utile per avere una base di riferimento sin dall’inizio. La verifica dovrebbe prevedere:

 

  • Il post di maggior successo per canale
  • Quali tipi di post ottengono il maggior coinvolgimento
  • Quando il pubblico è più attivo
  • Come funzionano i diversi tipi di post (ad es. confrontare e contrapporre immagini e contenuti video, blog aziendali e post esterni, ecc.)
  • Popolarità dei contenuti sempreverdi rispetto a quelli attuali
  • Pubblico demografico su piattaforme di social media

 

  1. Decidere cosa monitorare

Tenendo presente su quali canali concentrarsi è più semplice capire anche come “stanno andando” i post, il suggerimento che diamo sempre noi è di focalizzarsi sempre sul piano editoriale in modo da avere il monitoraggio completo dei propri canali social.  Per fare un esempio pratico, il piano editoriale è utile anche per sapere quali hashtag si stanno utilizzando, su quali canali si è attivi con i post, l’ora specifica in cui i post saranno pubblicati, il pubblico di destinazione, le menzioni rilevanti e l’ora esatta in cui il pubblico target è attivo con le interazioni.

 

  1. Pianificare la cadenza di pubblicazione

Mentre si creano i post, occorre decidere con quale frequenza si pubblicherà e anche con quanto anticipo occorre scrivere e creare i post. Conoscere la cadenza di pubblicazione è utile anche a capire le proprie competenze a riguardo e ottimizzare il processo di creazione dei contenuti in base alle interazioni ed in base alla copertura ottenuta.

 

  1. Creare un piano di revisione

In questa fase, delicata, occorre del tempo per fare un brainstorming e allineare la cadenza delle revisioni con il team. Chi dovrebbe rivedere i post e quando? I post richiedono l’approvazione del brand o dei team legali? Il piano editoriale social media è un ottimo strumento di aiuto atto a costruire processi. È anche un ottimo modo per tenere traccia di tutte le recensioni ai contenuti, dei commenti, ecc.

 

  1. Tracciare i contenuti pubblicati

Se stai utilizzando un calendario per tenere traccia dei post, si ha una fonte centrale di verità per tutti i post passati. Questa è un’opportunità per guardare indietro alle tendenze e aggiungere dati di analisi dei social media a quei post passati, ad esempio quanti Mi piace e impressioni ha ricevuto il post nella prima ora. Ci sono state metriche di coinvolgimento del pubblico degne di nota?

Consigliamo questa opportunità per tenere traccia di ciò che funziona e continuare a perfezionare e perfezionare le campagne sui social media, del resto con gli algoritmi in continuo aggiornamento è necessario focalizzarsi sempre sul “come” e sul “perché”.

 

Conclusioni

Essere organizzati, pianificare i post e monitorare ciò che funziona è il modo migliore per ottimizzare la propria strategia sui social media. Un piano editoriale social media può aiutare a curare contenuti evergreen e condividere post di alta qualità in date rilevanti e importanti.

Se pensi che possiamo esserti d’aiuto con le piattaforme social, con le campagne pubblicitarie e soprattutto, se possiamo esserti d’aiuto a costruire un piano editoriale efficace non esitare a contattarci tramite l’apposita area “richiedi un preventivo”.

 

Leggi anche

Social Media Manager: cosa fa e perchè ne hai bisogno

Agenzia di comunicazione: una scelta vincente

 

 

 

 

 

 

 

 

Parrotto Web Solution – web agency Salento

Hai bisogno di informazioni? Cliccando su Richiedi un preventivo sito web risponderemo celermente a qualunque domanda o richiesta!