piano editoriale

Piano editoriale: perchè è utile e come si realizza

Cos’è un piano editoriale? perchè è utile? Come si realizza?

Il piano editoriale è un elemento indispensabile nell’elaborazione di un’efficace strategia di Content Marketing. Non si può assolutamente procedere senza, è come una sorta di schema che ci aiuta a gestire la pubblicazioni dei contenuti.

Piano editoriale: cos’è e perchè è utile?

Quando parliamo di piano editoriale, parliamo di un documento. Si, esattamente, un documento strutturato in un certo modo che ci permette di pianificare la pubblicazione di contenuti online, aldilà dello strumento utilizzato per comunicare, sia esso un canale social, un blog o una testata giornalistica.

Si tratta di uno strumento assolutamente essenziale nel campo del marketing che contribuisce, se correttamente stilato, a migliorare la visibilità delle imprese e a raggiungere determinati obiettivi.

Piano editoriale: come si realizza?

Una volta compreso, per sommi capi, di cosa stiamo parlando, è il momento di capire come realizzare un piano editoriale che sia veramente efficace.

La prima cosa da fare, ormai lo diciamo sempre, è un’accurata analisi che vada ad analizzare 4 punti essenziali: il brand e i suoi obiettivi, il target, i competitor e per ultimo la comunicazione.

Il brand e i suoi obiettivi

Sembra banale questo primo punto, ma è essenziale. Se non conosciamo  bene il nostro brand, la sua essenza e i valori che lo caratterizzano non possiamo procedere con gli altri punti. Quindi le domande da porci sono: chi siamo? Quali sono i nostri punti di forza? E i nostri punti di debolezza? Che opportunità abbiamo davanti? E cosa invece minaccia il nostro successo? Quali sono i nostri obiettivi? Dove vogliamo arrivare?
Il consiglio è quello di prendere un bel cartellone o, se la abbiamo, una bella lavagna e segnare le domande e le risposte, in modo da avere visivamente chiaro in qualunque momento tutto quanto è emerso dalla nostra analisi.
Una volta fatto questo tipo di analisi, possiamo passare al punto successivo.

Target

Al centro dell’elaborazione di un piano editoriale efficace c’è il target, ossia il pubblico: se non conosciamo gli individui che vogliamo raggiungere e cosa vogliono, la nostra strategia è fallimentare in partenza. Abbiamo 3 fronti da analizzare: i motori di ricerca, le community e i nostri canali già in essere. Tramite questo tipo di analisi, saremo in grado di elaborare un profilo del nostro “cliente tipo” e quindi possiamo agire in quel senso, personalizzando la nostra strategia sul profilo stilato.

Competitor

Conoscere chi sono i nostri i nostri competitor, ci permette di comprendere ancora meglio il target e quali contenuti sono maggiormente apprezzati e funzionali. Bisogna però fare attenzione: analizzare i competitor non è sinonimo di copiare. Anzi, il contrario. Una volta compresa la tipologia di contenuti in linea con ciò che offriamo, l’obiettivo è quello di risultare superiori.

Comunicazione

Attualmente il nostro brand ha uno stile comunicativo? Con che toni parliamo ai nostri clienti? Bene, è importante analizzare questo aspetto, capire se è il caso di continuare su quella linea o procedere con un graduale cambiamento.

 

Una volta terminata questa fase, la successiva – quella relativa ai contenuti – sarà quasi automatica.
Perchè un contenuto sia veramente efficace e risulti quindi interessante deve avere delle caratteristiche, o almeno una di queste: deve essere informativo, quindi utile al pubblico, deve divertirlo e intrattenerlo (facendo attenzione però a rimanere coerenti con il brand!) e deve fare leva sul lato emozionale.
Mantenere costante il dialogo con il pubblico deve essere la parola d’ordine, ma anche l’originalità e la varietà dei contenuti giocano un ruolo essenziale. L’ideale sarebbe alternare anche i formati dei contenuti e quindi via libera a video, grafici, immagini, foto, articoli, etc., dando sempre attenzione al pubblico, facendolo sentire parte della famiglia del nostro brand.

A questo punto, non ci resta che preparare il Calendario Editoriale, ma di questo ne parleremo in un articolo ad hoc.

Se hai bisogno di una consulenza gratuita, contattaci, saremo lieti di aiutarti

piano editoriale
piano editoriale
TAGS: